Il Giro parte da Gerusalemme con Dumoulin

Tom Dumoulin ha vinto la crono individuale d’apertura del 101esimo Giro d’Italia davanti ad una folla entusiasta a Gerusalemme. Il tempo di Rohan Dennis è rimasto il migliore finché è arrivato il vincitore uscente, ultimo al via. Il Campione del Mondo della specialità ha battuto l’australiano di due secondi alla media di 48,365 chilometri all’ora su un percorso vallonato.

Ha dato distacchi considerevoli a tutti gli altri favoriti per la classifica generale: 33 secondi a Thibaut Pinot, 37 secondi a Chris Froome, 46 secondi a Esteban Chaves, 50 secondi a Fabio Aru e 56 secondi a Miguel Angel Lopez.

“Non mi aspettavo di guadagnare così tanto tempo su Chris Froome e gli altri sfidanti alla classifica generale” dice Tom Dumoulin. “La vittoria di oggi comunque è più importante del tempo guadagnato in classifica. Sono fiero di portare le due maglie più prestigiose del ciclismo: la Maglia Rosa e quella Iridata. È speciale vincere quì a Gerusalemme. Era un percorso tecnico e impegnativo in una città ricca di tanta storia e cultura. Il pubblico è stato fantastico, anche perché Israele non è un paese abituato ad eventi ciclistici. Mi sento onorato di aver vinto il premio Gino Bartali nella tappa dedicata a lui. Conosco la sua storia dopo aver letto un libro due anni fa. Sono felicissimo di indossare la Maglia Rosa ma non penso di tenerla per tutte le tre settimane”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *