Elia Viviani a Tel Aviv. Folla fantastica.

Elia Viviani della Quick-Step Floors, parte favorito alla seconda tappa, e vince la volata a Tel Aviv su Jakub Mareczko. Rohan Dennis è ora in testa alla Classifica Generale vincendo l’unico traguardo volante con abbuoni.

Bar Refaeli premia Rohan Dennis sul palco di Tel Aviv

“Di solito vado forte in Medio Oriente” dice Viviani “ma ero nervoso prima di venire al Giro. È fantastico iniziare il Giro con il piede giusto. Correre per Quick Step in questa fase della mia carriera è stata un’opportunità da non perdere. C’è un gruppo di corridori che mi supportano al 100%. Il mio obiettivo qui è vincere tappe e il secondo obiettivo è la Maglia Ciclamino. Nell’incontro tecnico, abbiamo deciso di fare il primo sprint intermedio solo per salvare le gambe per il traguardo. Prima del secondo traguardo volante ho visto BMC tirare e Sunweb non era interessata a difendere la maglia. Ho seguito Victor Campenaerts e ho ottenuto alcuni punti facili, ma non volevo interferire nella lotta per la Maglia Rosa. Quando sono salito sul palco per la cerimonia di premiazione, sono rimasto stupito dal numero di persone che erano lì a tifare. Non è mai garantito che una gara di bici abbia successo all’estero, ma la folla qui è stata fantastica finora”.

Ph:
Gian Mattia D’Alberto – LaPresse
Massimo Paolone – LaPresse
Fabio Ferrari – LaPresse


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *