Milano Bike City | 15 – 30 settembre 2018

Dal 15 al 30 di Settembre, due settimane di appuntamenti,
contest, mostre, pedalate e workshop.
Milano Bike City celebra la bicicletta in città con un
programma di eventi dedicati alle due ruote.

 

milano-bike-city-logo-circle

Gli eventi, i luoghi e le persone che muovono Milano.

Così si presentano le due settimane milanesi dedicate alla bici.

Crediti: Milano Bike City

Le parole dei due organizzatori, Giovanni e Marco, vanno via veloci. Senza enfasi, in amicizia e con buona naturalezza. Eppure Milano Bike City propone un calendario decisamente ricco, unico nel genere e vario. Prevede addirittura 150 eventi, nell’arco di due settimane, per raccontare la ciclo-mobilità a Milano.

Crediti: Milano Bike City

E’ un progetto di Ciclica e Milano Bicycle Coalition,  promosso da Kindi e Patrocinato dal Comune di Milano. Un ringraziamento va all’Assessorato allo Sport Roberta Guaineri, alla Regione Lombardia, al Consorzio Ricrea, a Legambiente per la ciclabilità, oltre che a numerosissime associazioni, realtà commerciali e non.

Il programma parla di … donne, yoga, birra, bambini, certamente anche sport, workshop su come costruire una bici e come si scrive di ciclismo. Ma La bici è ‘tutte queste cose assieme’.

Per una lettura completa vi suggeriamo questo link:
Programma Milano Bike City

E poi alcune iniziative speciali:

Make MI Move

Crediti: Milano Bike City

Si segnala un premio alla ciclabilità: Make MI Move. “Obiettivo del premio è quello di sostenere e aiutare le realtà che promuovono la ciclabilità a crescere e aumentare la loro capacità di ottenere un reale cambiamento nelle abitudini di chi vive e lavora a Milano.” Nei prossimi giorni saremo tutti chiamati a votare le proposte migliori.

Petizione per IVA al 4 percento. Come per il fotovoltaico, nell’ottica di una riduzione dell’inquinamento è forse il momento di agevolare anche il mondo delle bici con la diminuzione dell’Iva dal 22 al 4%.

Ci sono anche sconti per chi sceglie “un giorno di pioggia”, che darà diritto a promozioni su prodotti e servizi nel periodo novembre 2018 – febbraio 2019 nei negozi che hanno aderito all’iniziativa. Si può passare da un negozio di bici adesso, ritirare il tagliando, e poi tornare a trovarlo tra novembre e febbraio spendendo di meno per far riparare la bici o per l’acquisto di un prodotto.

Oltre alla suggestione di un album fotografico (Ventiduemila ciclisti in cerca d’autore) sui volti dei milanesi che vanno in bici. Non solo quelli di adesso, ma l’autore Giovanni Aloisi ci porta indietro negli anni. Ciascuno può cercarsi sul suo diario! https://www.flickr.com/photos/urca/sets/72157624261948379/

Ci sarà anche uno sforzo per disegnare una bicipolitana in stile con quella di Pesaro. Si tratta di LineaMI: un tracciato ciclabile provvisorio da Piazza Angilberto a Piazza Dergano, progettato espressamente per Milano Bike City da Legambici, Legambiente per la ciclabilità.

La seconda edizione di Milano Ride con la gran fondo Deejay è l’evento conclusivo.

Crediti: Milano Bike City

 

Citytech 2018 | per la mobilità di Milano si parla poco di bici

Alla Fabbrica del Vapore a Milano ha aperto questa mattina una due giorni di conferenze e tavole rotonde dedicate alla mobilità. Il calendario degli eventi ed altre informazioni sono disponibili su www.citytech.eu

Crediti: Ufficio Stampa Citytech

Numerosi interventi orientati alla progettazione urbana, alla guida autonoma, all’elettrico, ai concetti che tanto appassionano quali MaaS “Mobility as a Service” e lo spostamento dal possesso del mezzo all’uso del mezzo. Tra questi:

L’intervento dell’Assessore alla Mobilità di Milano | Marco Granelli
si concentra prevalentemente sulle azioni volte a “spostare cittadini sui mezzi pubblici”. Circa la rivoluzione del trasporto pubblico sostiene che “abbiamo bisogno di partner istituzionali che ci credano veramente. Questo vuol dire Regione e Stato”. “O ci sono anche loro o da soli noi non ce la faremo”.

In questi giorni di revisione delle tariffe dei mezzi urbani con il passaggio del costo del biglietto orario da 1.5 a 2 Euro, l’Assessore evidenzia che i biglietti del tram o del metrò dovrebbero diventare un abbonamento “con la domiciliazione analoga a luce e gas”. In questa visione  il prezzo del biglietto scenderebbe a 70 centesimi. “Il biglietto giornaliero del tram rimane una cosa per il turista.”

A proposito dell’Area B Granelli parla di un “sistema di regole che permetterà di togliere dalla nostra città le auto più inquinanti, di aiutare a spostare la mobilità su veicoli meno inquinanti e su altre forme di mobilità”. Interviene a proposito dello sharing e delle biciclette “tra le più grandi innovazioni che sta vivendo Milano.” Ma, sostiene, “abbiamo bisogno che lo Stato ci aiuti un po’ sulle regole: noi abbiamo pubblicato l’8 di agosto un bando sullo scooter sharing e vi abbiamo messo dentro anche tutti i veicoli leggeri – monopattini, e cose di questo tipo che sono fondamentali alla mobilità della città e delle aree urbane e da noi non sono ancora omologati. Abbiamo tecnologia capace e ci sono problemi burocratici. Dobbiamo fare in modo che le norme aiutino il progresso. Non lo frenino.” “Sulla bicicletta stiamo facendo delle sperimentazioni per la sicurezza di chi va in bici in città”, ma dobbiamo sempre interpretare il codice.

Riguardo l’elettrico il Consiglio Comunale ha approvato in modo quasi unanime le linee guida per l’infrastrutturazione delle ricariche elettriche dei privati su suolo pubblico. “Mettiamo delle regole trasparenti in modo che gli operatori abbiano chiarezza sulle modalità e possano essere più veloci”.

Cosmobike Show | Verona 16 e 17 febbraio 2019

La fiera di Verona dedicata alle bici cambia data. La prossima edizione è fissata per il 16 e 17 febbraio 2019.

La scorsa edizione di settembre 2917 aveva registrato la presenza di 350 aziende da 25 paesi su 30 mila metri quadrati espositivi, circa 60 mila visitatori, 11 mila bike test a cui erano dedicati specificatamente 21 mila metri quadrati di area “demo e prova”.
Il nuovo Cosmobike Show ( www.cosmobikeshow.com ) guarda al consumatore e al target “passion driven”.
Il nuovo progetto prevede il forte coinvolgimento di sportivi, squadre e team di professionisti nelle varie discipline delle due ruote a pedali, con talk show e
un’area dedicata all’incontro con appassionati e praticanti, neofiti od esperti.

In Germania così come negli USA o a Taiwan, sedi di importanti fiere, si assiste infatti a un atteggiamento diffidente nei confronti del tradizionale strumento fieristico con la stragrande maggioranza dei marchi leader, che disertano gli eventi b2b a favore di quelli corporate o a quelli low cost, che non supportano adeguatamente le vendite.

Il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani non ha dubbi: «Il cambio è radicale con lo spostamento a febbraio del prossimo anno, la durata a due giorni e il target che guarda agli appassionati e a un format destinato ad essere una grande festa della bici, l’ouverture della stagione ciclistica che ne celebrerà protagonisti ed eventi e che includerà in modo puntuale tutti gli aspetti della passione bici dal turismo agli educational per ciclisti».

Sabato 14/07/2018 | Bike Night Milano – Lago Maggiore.

Non fatevi ingannare da eventuali piovaschi in serata. Le previsioni parlano di una notte illuminata dalla luna. Preparate la vostra bici, le luci per affrontare la notte.

L’alba ad Arona e sul Lago Maggiore sarà indimenticabile.

Per farsi un’idea, vi riproponiamo il video di Bike Night del 2016.

Video credits: ufficio stampa Witoor | Lele Marcojanni

La Bike Night torna a Milano per la terza edizione dell’evento notturno in bici non competitivo: una notte di passione per la bici, che porta centinaia di ciclisti per il centro di Milano, passando per piazza Duomo.

Il progetto ideato, organizzato e prodotto da Witoor, è una vera e propria ‘festa della bici’, grazie al percorso per la maggior parte su itinerari cicloturistici e a una formula, 100 km con partenza a mezzanotte e arrivo all’alba.

E’ ancora possibile iscriversi presso il gazebo Witoor sabato 14 luglio al villaggio partenza in piazza Leonardo, al costo di 35€.

 

Programma: oggi, sabato 14 luglio, dalle 20 alle 24 attesa al villaggio partenza in piazza Leonardo da Vinci, e a mezzanotte partenza con passaggio in piazza Duomo, poi Naviglio Grande e Ticino fino al Lago Maggiore. Previsti tre ristori: ad Abbiategrasso, Turbigo e Somma Lombardo. Arrivo all’alba ad Arona, in piazza del Popolo, con docce, colazione e gadget per i partecipanti.

Nella tappa milanese si vede ogni tipo di mezzo a due ruote senza motore: bici da città, da corsa, gravel, mtb, tandem, e-bike, risciò, monopattini sportivi (footbike), bici reclinabili, ovomobili. Partecipano anche persone con disabilità visiva o motoria.

Vi ricordiamo le tappe di Bike Night 2018:
Già fatte:
Ferrara – Mare – 16 giugno
Bolzano – Villabassa – 29 giugno
Oggi:
Milano – Lago Maggiore – 14 luglio
Ancora da fare:

Udine – Alpe Adria – 28 luglio
Verona – Lago di Garda – 1 settembre
Marche (Fermo – Ascoli – San Benedetto del Tronto) – 15 settembre

 

Sabato 16/06/2018 | Bike Night Ferrara. Fino a 1.500 ciclisti!

Più di 2.500 presenze nelle 5 tappe dell’anno scorso. Le Bike Night tornano con la 5a edizione della Ferrara – Mare (Lido di Volano), in programma sabato 16 giugno con partenza a mezzanotte da Parco Massari, a Ferrara.
Sabato 16 giugno, dalle 20 alle 24, l’attesa al villaggio partenza, e a mezzanotte partenza verso la Destra Po, per una pedalata di 100km fino al mare.
Per chi vuole già venerdì 15 giugno al parco Massari, dalle ore 19 alle ore 23, ‘Aspettando la Bike Night‘, con l’ospite speciale Paola Gianotti, ultracyclist detentrice di tre Guinness World Record in bici.

Per chi vuole pedalare a qualsiasi ora del giorno, per chi non è spaventato dal buio, per chi non si è mai spinto così lontano o non l’ha mai fatto di notte: Bike Night è l’evento in bici organizzato da Witoor che coinvolge tutti e sta per tornare a illuminare le notti dell’estate italiana. La quinta edizione del tour delle pedalate notturne sulle più belle piste ciclabili del nostro paese partirà sabato 16 giugno a Ferrara, per chiudersi nelle Marche il 15 settembre, passando anche per Bolzano, Milano, Udine e Verona: sei tappe su sei percorsi diversi per un’esperienza in bici unica e innovativa, con quasi tremila partecipanti nel 2017.

La Bike Night Ferrara-Mare, giunta al quinto anno, è ormai diventata l’evento in bici non competitivo che coinvolge più partecipanti in Emilia-Romagna. Il progetto ideato, organizzato e prodotto da Witoor, società ferrarese attiva nell’organizzazione di eventi ciclistici e cicloturistici, è una vera e propria ‘festa della bici’, grazie al percorso su pista ciclabile e a una formula, 100km con partenza a mezzanotte e arrivo all’alba, che sa regalare un’esperienza unica a ogni tipo di ciclista. Anche nel 2018 il tracciato ferrarese partirà dal parco Massari per proseguire sulla Destra Po fino al Lido di Volano. Sarà possibile iscriversi presso il gazebo Witoor venerdì 15 e sabato 16 giugno al costo di 35€.

La festa della bici inizierà venerdì 15 giugno, dalle ore 19 alle 23 al Parco Massari: in programma l’apertura dell’info point per le nuove registrazioni e la consegna dei pacchi iscrizione, ma sarà una serata speciale insieme all’ultracyclist Paola Gianotti, detentrice di tre Guinness World Record come donna più veloce ad aver attraversato il mondo in bici. Durante la serata racconterà anche l’ultima impresa, “Il Giro di Paola”, che l’ha vista percorrere lo scorso maggio le strade del Giro d’Italia, anticipando di un giorno la carovana rosa, per promuovere la campagna di sensibilizzazione ‘Io rispetto il ciclista’. Paola Gianotti pedalerà poi il giorno dopo insieme a tutti i partecipanti della Bike Night. Parteciperà alla serata anche Davide Valacchi, non vedente, protagonista del progetto ‘I to eye’: nel 2019 partirà per il suo primo viaggio in tandem, da Roma a Pechino, per una sfida di libertà. Al parco Massari ci saranno anche birra, panini e tortellini, oltre agli espositori a tema.

Sabato 16 giugno la segreteria Witoor riaprirà dalle 20 fino alle 23.30, ancora per ritiro pacchi e nuove iscrizioni. L’attesa si vivrà al parco tra gli stand degli espositori, la birra artigianale Bunden Brau, l’area food di Tortelliamo e la presenza di alcune associazioni locali. Poi dalle 23.30 inizierà l’incolonnamento del gruppo sotto l’arco di partenza, predisposto in corso Porta Mare di fronte al parco Massari. Dalle ore 21 alle 01.00 il corso sarà chiuso al traffico tra via Borso e Corso Ercole I d’Este. A mezzanotte la partenza dei ciclisti, che saranno scortati dalla Polizia Municipale di Ferrara fino a Francolino, quando saliranno sull’argine e seguiranno la Destra Po. I tre ristori sono previsti ogni circa 25km, a Ro nell’area golenale del Mulino sul Po (punto gestito dai volontari UISP), a Serravalle (Fabbrica dell’Acqua, con i volontari GST ANFFAS Ferrara), e a Santa Giustina (Osteria del Delta Torre Abate), prima dell’arrivo all’alba al villaggio camping Spiaggia Romea, a Lido di Volano, con docce, colazione e gadget per i partecipanti. Il villaggio partenza al Parco Massari offrirà anche un’area dove depositare i bagagli che verranno poi trasportati all’arrivo, un’area tecnica con un meccanico per eventuali messe a punto dell’ultimo minuto alla propria bici, gestita da Cicli Minelli, lo spazio dove ritirare la bici o il casco a noleggio per coloro che hanno prenotato il servizio, lo shop di Witoor con i prodotti ufficiali della Bike Night (maglia, calza tecnica, cappellino). Sarà allestita un’area recintata e custodita dove lasciare gratuitamente la propria bici, per godersi l’attesa della partenza in tutta serenità (fino a 300 posti). Durante la pedalata sarà fornita assistenza meccanica e medica ai partecipanti, con servizio di carroscopa, e la presenza di ambulanze sul percorso e due defibrillatori nel gruppo grazie alla collaborazione con B.etchic.

La distanza dei 100km è considerata come il limite per chi non ha ancora affrontato viaggi in bici di lunga distanza, ma è davvero alla portata di tutti. Nella tappa emiliana su 1500 partecipanti in media solo l’1% si ritira. Per arrivare preparati, è sufficiente iniziare almeno un paio di mesi prima con uscite settimanali di 40-50km. Poi durante la notte sarà la forza del gruppo, i ristori e l’energia dell’alba a dare tutte le forze necessarie. Per partire è consigliato dotarsi di illuminazione adeguata, giubbotto catarifrangente e una camera d’aria di scorta. Nella tappa ferrarese si vede ogni tipo di mezzo a due ruote senza motore: bici da città, da corsa, gravel, mtb, tandem, e-bike, risciò, monopattini sportivi (footbike), bici reclinabili, ovomobili. Partecipano anche persone con disabilità visiva o motoria.

Il tour 2018 inizia ancora una volta da dove sono nate le Bike Night, proprio a Ferrara. Anno dopo anno le Bike Night sono riuscite a coinvolgere sempre più territori e partecipanti, avvicinando nuove persone alla bici grazie al fascino di una pedalata da 100km di notte che parte dalla città e arriva nella natura. «Un appuntamento che rievoca il fascino del ciclismo d’epoca – spiega Simone Dovigo, presidente Witoor -, ma con un approccio moderno e trasversale, unendo tipologie di ciclisti diversi: chi si cimenta per la prima volta su una distanza di 100km oppure chi è già allenato ma è stimolato dalla sfida notturna».

«Giunta alla quinta edizione, la Bike Night Ferrara-Mare anno dopo anno ha aumentato i suoi iscritti, dai 200 nel 2014 ai 1500 lo scorso anno – prosegue Dovigo – affermando nel panorama di eventi ciclistici italiano e non solo un modo innovativo e autentico di andare in bici. Quello che non si vede con gli occhi lo si può percepire con gli altri sensi: e grazie al fascino della notte e alla sfida della lunga distanza, la Bike Night è riuscita a crearsi un proprio pubblico trasversale, capace di unire ciclisti allenati e dotati tecnicamente con persone più inesperte che proprio grazie a un’esperienza di questo tipo iniziano ad appassionarsi e a viaggiare in bici». La Bike Night riesce così a promuovere la mobilità sostenibile unendo appassionati autentici, paralleli a qualsiasi moda del momento, e a dimostrare tutto il potenziale di un percorso cicloturistico come la Destra Po, «ciclabile ampia e asfaltata, che se dotata di servizi, come avviene durante la Bike Night con assistenza meccanica e medica, ristori e transfer, riesce a calamitare centinaia di persone».

«Dopo cinque anni possiamo tracciare un bilancio in positivo: Witoor ha creato un evento per tutti i tipi di ciclisti (agonisti, meno allenati, famiglie, singoli e coppie)». Significativa la presenza femminile, con oltre il 25%, superiore alla media per eventi di questo tipo. «È anche grazie alla Bike Night che si promuove il territorio ferrarese, in modo partecipativo e innovativo», offrendo un’esperienza «unica da ricordare e raccontare agli altri, ed è proprio l’intreccio di storie, emozioni e tipologie diverse di partecipanti l’impatto più significativo della Bike Night Witoor».

Il calendario delle Bike Night 2018:
sabato 16 giugno 2018: Bike Night Ferrara-Mare
venerdì 29 giugno 2018: Bike Night Bolzano – Villabassa
sabato 14 luglio 2018: Bike Night Milano – Lago Maggiore (Arona)
sabato 28 luglio 2018: Bike Night UdineAlpe Adria (Ugovizza)
sabato 1 settembre 2018: Bike Night Verona – Lago di Garda (Riva)
sabato 15 settembre 2018: Bike Night Fermo – San Benedetto del Tronto.

«Non conta il cronometro – conclude Dovigo – non c’è ordine di arrivo: è un evento che racchiude elementi quasi primordiali che portano a salire in sella alla bici». Bike Night risponde alla crescente voglia di bici, in costante aumento negli ultimi anni anche in Italia, e offre una dimensione non competitiva e coinvolgente per tutti coloro che amano la bici e sono animati da una «passione che non dorme mai». «C’è il viaggio, il movimento. C’è l’orario inconsueto: la notte, che i ciclisti illuminano con le loro luci, diventa elemento sorprendente, quello che non si vede, si ascolta. C’è il buio da affrontare, il sole che sorge, a regalare calore e sorrisi per avercela fatta tutti insieme».

Il progetto Bike Night è supportato da Sportler, specializzato nella vendita di articoli sportivi, e da partner innovativi della bici come Bike Inside, che realizzerà la maglia ufficiale 2018, e Oxeego, che ha disegnato la calza tecnica Bike Night e fornisce tra gli altri atleti come il campione Vincenzo Nibali.

Bike Night è un’esperienza in bici che unisce la notte, la passione e le persone. Si parte a mezzanotte, dal centro di una città, per raggiungere dopo 100km (circa) la natura, pedalando su piste ciclabili: che si tratti del mare, del lago o della montagna, comunque luoghi distanti dal centro urbano da dove si è partiti. Perché Bike Night vuole dimostrare che in bici è possibile raggiungere posti cui di solito non crediamo, vogliamo o ci immaginiamo in grado di arrivare. A qualsiasi ora del giorno o della notte.